artisti torna a Lista artisti

SENZA TITOLO 2008 Acrilico su tela 150x200

SENZA TITOLO 2008 Acrilico su tela 150x200

SENZA TITOLO 1990 Acrilico su tela 300x200

SENZA TITOLO 2009 Acrilico su tela 300x200

SENZA TITOLO 2010 Acrilico su tela 70x60

SENZA TITOLO 2010 Acrilico su tela 160x120

Marco Tirelli

Marco Tirelli nasce nel 1956 a Roma, dove vive e lavora. Frequenta l’Accademia di Belle Arti diplomandosi nel corso di scenografia con Toti Scialoja. Dopo la mostra personale, nel 1978, a Milano, presso la Galleria De Ambrogi, e le prime collettive a Ravenna, Acireale e Roma, nel 1982 espone per la prima volta alla Biennale di Venezia, invitato da Tommaso Trini nella sezione “Aperto 82” con una sala personale. Agli inizi degli anni Ottanta stabilisce il suo studio nell’ex Pastificio Cerere, nel quartiere romano di San Lorenzo dove insieme a Ceccobelli, Dessì, Gallo, Nunzio e Pizzi Cannella dà vita alla Nuova scuola romana. Con loro, nel 1984, partecipa alla mostra Ateliers curata da Achille Bonito Oliva. Seguono numerose mostre personali in Italia e all’estero, e partecipazioni alle Biennali internazionali tra cui la Biennale di San Paolo, la Biennale di Sydney e quella di Parigi; e mostre collettive, tra le quali quelle che si tengono presso la Galleria Comunale d’Arte Moderna di Bologna, il Castello Colonna di Genazzano, e l’XI Quadriennale di Roma.

Gli anni Novanta si aprono con la mostra all’American Academy di Roma, che pone in dialogo una serie di disegni di Tirelli con alcuni Wall Drawing di Sol LeWitt. Nel 1990 partecipa con una sala personale alla XLIV Biennale di Venezia. Sempre nello stesso anno la Galleria Civica di Modena dedica una mostra al disegno di Tirelli e nel 1992 una personale curata da Flaminio Gualdoni e Walter Guadagnini. In questi anni, mantenendo lo studio a Roma, ne allestisce un altro nella campagna vicino Spoleto, dove vive per un lungo periodo. Nel 2002 si tiene all’Institut Mathildenhoehe di Darmstadt un’importante mostra antologica dal titolo “Das Unversum der Geometrie”, presentata l’anno successivo alla Galleria d’Arte Moderna di Bologna. Sue opere sono in numerose collezioni di musei internazionali ove ha anche esposto.

Tra le altre principali mostre personali e collettive: 1984 Galleria L’Attico (dove espone anche nel 1985 e nel 1989); 1985 Annina Nosei, New York (anche nel 1986 e nel 1989); 1989 Galleria Skulima, Berlino; 1991 Galleria Triebold, Basilea e Cellar Gallery, Tokyo; 1992 Galleria Gian Ferrari, Milano; 1995 Otto Gallery, Bologna (nel 1998 insieme a Nunzio, nel 2004 e nel 2009 di nuovo con mostre personali), e Galerie Di Meo, Parigi (anche nel 2001 e nel 2006); 1996 Base Gallery, Tokyo (anche nel 2000); 1998 Galleria dello Scudo, Verona; 2003 Galleria Fumagalli, Bergamo; 2006 Kro Art Gallery, Vienna; 2007 “San Lorenzo” Villa Medici, Roma; 2008 Studio Trisorio, Napoli, e Galleria Antonella Cattani, Bolzano (per Manifesta7).

Le mostre più recenti: nel 2009 “Italia Contemporanea. Officina San Lorenzo” MART, Rovereto; “ExCelle” con Anselm Kiefer, Fattoria di Celle – Collezione Gori, Pistoia; personale presso Otto Gallery, Bologna. Nel 2010 Anteprima dei nuovi spazi presso il MACRO di Roma; le personale presso Oredaria Arti Contemporanee, Roma, e Palazzo Fortuny, Venezia; “Spazio. Dalle collezioni di arte e architettura del MAXXI”, Roma; Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma.